Champions League diritti tv (Photo credit should read JAVIER SORIANO/AFP/Getty Images)

Non solo le 16 partite in chiaro, Mediaset è pronta a rilanciare anche la sua offerta a pagamento con la Champions League. La tv del biscione, spiega il Sole 24 Ore, avrebbe infatti ottenuto i diritti tv per le migliori gare del martedì da trasmettere in chiaro, ma anche un corposo pacchetto streaming, pagando complessivamente fra i 40 e i 45 milioni annui.

Aspettando l’ufficialità, visto che per ora è arrivata solo quella di Amazon, la trasmissione della Champions League nel triennio 2021/24 in Italia dovrebbe essere così suddivisa:

  • Amazon: 16 partite in streaming al mercoledì e la Supercoppa Europa;
  • Sky: 121 partite;
  • Mediaset: 16 partite in chiaro al martedì, la finale e 104 match in streaming (esclusi quelli di Amazon e alcune in co-esclusiva con Sky).

L’acquisto da parte di Mediaset dei diritti per la trasmissione in streaming da una parte certifica quanto incida la sentenza del Consiglio di Stato che ha vietato a Sky le esclusive Iptv fino al 2022, con Mediaset e Sky che torneranno così ad essere rivali.

La tv del Biscione infatti sarebbe così pronta a rientrare nel mercato dei diritti tv sportivi a pagamento, dopo l’esperienza Premium. Resta da capire su quale piattaforma saranno trasmesse le partite: secondo il Sole 24 Ore, la soluzione potrebbe essere rappresentata da Mediaset Play, da Infinity (seppur sia dedicata soprattutto agli amanti del cinema) oppure anche attraverso un nuovo brand.