divieto abbracci gol Belgio
Giocatori dell'Udinese esultano dopo un gol (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

L’Udinese limita le perdite a bilancio, nonostant el’impatto del Covid. La società friulana ha presentato un rosso di soli 10 milioni di euro, rivalutando inoltre il suo patrimonio fino ad una quota di 230 milioni (di cui 143 di parco giocatori).

Dopo l’utile di 1,1 milioni nell’esercizio chiuso al 30 giugno 2019, il club di proprietà dei Pozzo è riuscito comunque a limitare i danni, tornando tuttavia a chiudere il bilancio in rosso. Il fatturato, senza plusvalenze, si assesta a 51 milioni, in calo di 12 rispetto all’anno scorso, mentre dal mercato le operazioni in uscita hanno garantito circa 16 milioni contro i 49,7 milioni della passata stagione. Il costo del personale tesserato è stato pari invece a 25 milioni (33 lo scorso anno), più 26 milioni di ammortament, mentre i debiti sono scesi a 101 milioni, a fronte di crediti e disponibilità liquide per 48 milioni.

Il club friulano, sfruttando anche la facoltà prevista dal Decreto Agosto (Dl 104/20), ha inoltre deciso di adeguare i valori dei suo asset a bilancio. Ad esempio il marchio, iscritto a bilancioo a 5 milioni, è stato valutato 63 milioni da una perizia indipendente, alla luce del flusso di ricavi da diritti tv e commerciali attesi (visti i 30 milioni dai diritti tv nel 2019/20 e 4,7 milioni provenienti da sponsor e merchandising). Inoltre, la Dacia Arena aveva un costo storico pari a 6 milioni, ha visto il suo valore rialzarsi nella perizia fino a raggiungere circa 50 milioni, nonostante lo sfruttamento dell’impianti resti parziale.

SKY WIFI A SCONTO CON SKY TV E SKY Q, CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI