Suning prestito Inter
Esultanza dei giocatori dell'Inter (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Suning prestito Inter – Suning starebbe pensando a un piano B per l’Inter. Lo scrive il Sole 24 Ore, secondo il quale il gruppo che fa capo alla famiglia Zhang starebbe discutendo con alcuni gruppi finanziari, grandi fondi d’investimento, per ottenere un finanziamento, come alternativa alla cessione della maggioranza del club.

La strada del finanziamento – spiega il quotidiano – sarebbe simile a quella intrapresa in passato da Yonghong Li, l’uomo d’affari cinese che ha acquistato il Milan da Silvio Berlusconi grazie a un finanziamento del fondo statunitense Elliott: quindi finanziamenti molto più remunerativi per i fondi rispetto a quanto succede con creditori tradizionali come le banche.

Già nei mesi passati Suning aveva sondato le grandi banche italiane per un prestito, una soluzione che era poi stata accantonata. L’Inter aveva infatti oltre 400 milioni di debiti finanziari, tra cui 375 milioni su bond in scadenza nel 2022. A fine marzo è prevista la deadline per il pagamento degli interessi sulle emissioni.

Per ottenere dunque un finanziamento, potrebbe essere necessario per Suning fornire garanzie aggiuntive, che non siano quelle sulle azioni della società nerazzurra. Suning controlla inoltre l’Inter tramite un veicolo lussemburghese.

Al piano B Suning starebbe lavorando con alcuni soggetti tra cui Fortress, il gruppo USA che ha già provato a entrare nell’operazione Serie A-fondi. Le risorse, che ammonterebbero a 150-200 milioni, sarebbero una soluzione-ponte che potrebbe permettere a Suning di arrivare alla fine dell’anno con le munizioni necessarie ad affrontare le diverse scadenze finanziarie: restando azionista di controllo del club.

Se tuttavia questa strada non dovesse concretizzarsi, resta aperta la via della vendita azionaria: per la quale restano in campo fondi come Mubadala e Eqt, oltre a BC Partners, l’unico ad avere fatto un’offerta e la due diligence.

SKY WIFI A SCONTO CON SKY TV E SKY Q, CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI