Champions League in Tv
(Photo by Jon Super - Pool/Getty Images)

Leghe europee riforma Champions – La scorsa settimana la European Leagues (associazione che rappresenta gli interessi delle leghe nazionali europee) ha convocato i suoi membri con l’obiettivo di presentare le proposte della UEFA per la riforma della massima competizione europea per club dal 2024 in avanti.

Preoccupazioni sono state sollevate a proposito del numero di partite da disputare con il nuovo format (in aumento rispetto ad ora), ma anche per quanto riguarda i piani della UEFA di offrire un paracadute a quei club che non dovessero riuscire a qualificarsi tramite il proprio campionato.

Una delle idee sarebbe infatti quella di rendere disponibili due posti extra per i Paesi con qualificazione diretta alla fase a gironi sulla base del cosiddetto ranking storico. Un terzo posto sempre in base al ranking storico verrebbe lasciato ai paesi per i quali non è prevista invece la qualificazione diretta alla fase a gironi.

I cambiamenti sono – spiega il Times – sono infatti considerati come un tentativo della UEFA di andare incontro ai top club europei per scongiurare la minaccia di una Superlega. Il presidente delle leghe europee Last-Christer Olsson ha dichiarato: «Per me il principio è che il coefficiente storico non debba affatto far parte di un torneo internazionale».

«Avremo una Champions League de facto chiusa», ha voluto sottolineare Olsson. Le proposte della UEFA potrebbero infatti consentire in futuro che fino a sei squadre provenienti da un campionato si qualifichino per il torneo, come ad esempio la Premier League.

Oltre ai tre posti extra sulla base del ranking storico, si prevede che alla Francia venga offerto un quarto posto per la qualificazione diretta con la competizione allargata a 36 squadre.

SKY WIFI A SCONTO CON SKY TV E SKY Q, CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI