Diritti Tv Ligue 1
(Photo by FRANCK FIFE / AFP) (Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

La Ligue 1 può respirare sul tema diritti Tv grazie a Canal+, ma i danni causati dall’interruzione dell’accordo con Mediapro restano comunque consistenti. Lo scrive Afp, ricordando che nella serata di ieri l’emittente e il calcio francese hanno raggiunto un accordo per la trasmissione delle gare fino alla fine della stagione.

Un sospiro di sollievo dunque nel breve termine, che tuttavia non cancella le drastiche perdite subite dai club dopo una crisi del comparto audiovisivo senza precedenti. Dal prossimo 12 febbraio, per il 25° turno e fino alla fine della stagione 2020/21, Canal+ si farà carico di trasmettere la Ligue 1.

La controllata di Vivendi, intransigente con la LFP nelle ultime settimane, ha aperto le proprie porte ai club, accettando di acquistare i diritti televisivi per le sfide delle due massime categorie calcistiche francesi a un prezzo quasi irrisorio.

Diritti Tv Ligue 1 – Ricavi in calo del 49% nel 2020721

Secondo indiscrezioni, Canal+ avrebbe accettato di versare alla LFP un’indennità di 35 milioni di euro, in cambio dello sfruttamento esclusivo di tutte le partite di Ligue 1 e Ligue 2 in origine concesse a Mediapro e che si giocheranno fino al mese di giugno.

Questi 35 milioni di euro si aggiungono ai 332 milioni annuali già promessi dal canale criptato per la trasmissione del restante 20% della Ligue 1. Canal + aveva indicato nelle ultime settimane di voler restituire queste partite per un bando d’asta completo, ipotesi scongiurata con l’accordo di giovedì.

I segni del caos tuttavia saranno evidenti, perché per il 2020/21 si registrerà un calo del 49% dei ricavi da televisivi per i club della Ligue 1 e un calo del 40% per le società della Ligue 2. Alla fine, per i diritti nazionali, i club riceveranno in questa stagione un po’ più di 650 milioni di euro, invece dei 1.217 milioni inizialmente previsti (considerando le due categorie).

L’intesa segnerà definitivamente l’uscita di Mediapro dal mercato, con la chiusura del suo canale Téléfoot. L’emittente sino-spagnola aveva fatto il suo ingresso nel calcio francese mettendo sul piatto oltre 800 milioni per i diritti televisivi, ma l’obiettivo di conquistare 3,5 milioni di abbonati non è mai stato raggiunto, con sole 600 mila sottoscrizioni.

SKY WIFI A SCONTO CON SKY TV E SKY Q, CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI