Da New York al Molise. Per investire nel Campobasso. In serie D. Una storia sicuramente singolare, ma che potrebbe essere presto seguita da altre simili, quella di Matt Rizzetta, l’imprenditore italo-americano che ha deciso di puntare fari, soldi e ambizioni nel piccolo club del Centro Italia.

Perchè se Roma, Fiorentina, Parma, platee di e da serie A, a quanto pare ci sarebbero altri gruppi e fondi a stelle e strisce interessati a puntare su Club di fascia minore.

Ma con quali obiettivi? Quali potenzialità più o meno nascoste starebbero notando? Quali progetti a medio e lungo termine? E con quale respiro?

Sono alcune delle domande che porremo oggi, venerdì, alle 18 a Matt Rizzetta, nuovo socio del Campobasso, entrato con il 10% delle quote ma intenzionato a crescere molto velocemente.

Con questo investimento, la sua North Sixth Group si unisce al fondo con sede in Svizzera, Halley Holding SA, nella proprietà del Club.  L’investimento è volto a far crescere il settore giovanile, a migliorare le strutture sportive e ad espandere la visibilità globale della società.

“E’ un sogno che diventa realtà per me, perché i miei nonni emigrarono negli Stati Uniti da un paese vicino a Campobasso e il calcio ha sempre rappresentato un elemento di connessione verso il paese di origine” ha dichiarato l’imprenditore nel momento del suo insediamento, “in un certo senso, questo passo mi permette di rivivere la mia infanzia e rimanere vicino ai miei nonni che hanno fatto dei sacrifici incredibili per permettermi di realizzare i miei sogni”.

Ma al di là degli aspetti romantici e famigliari, quali scenari e prospettive economiche e sportive ci sono? Lo scopriremo in live sulla nostra pagina Facebook alle 18.

Qui il link per seguire la diretta e porre le proprie domande.