Il logo di Suning a bordocampo (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

C’è anche Suning, azionista di maggioranza dell’Inter, tra i top 500 brand per valore nella classifica Brand Finance ‘Global 500’ 2021 pubblicata oggi, seppur in forte calo rispetto alla precedente classifica.

La graduatoria è guidata da Apple, che conquista la prima posizione con un brand value pari a 263,3 miliardi di dollari grazie a una crescita dell’87,4% rispetto al 2020 quando si trovava in terza posizione. Il colosso hi-tech guidato da Tim Cook ha così in un sol colpo superato sia Amazon (brand value pari a 254,1 miliardi, in crescita del 15,1% rispetto al 2020 quando era in prima posizione) che Google (brand value pari a 191,2 miliardi, in crescita dell’1,4% rispetto al 2020 quando era in seconda posizione).

Brand value 2021, la top 10

  • Apple (263,3 miliardi, +87,4%, +2 posizioni);
  • Amazon (254,1 miliiardi, +15,1%, – 1 posizione);
  • Google (191,2 miliardi, +1,4%, -1 posizione);
  • Microsoft (140,4 miliardi, +20%, =);
  • Samsung (102,6 miliardi, +8,6%, =);
  • Walmart (93,1 miliardi, +20,2%, +2 posizioni);
  • Facebook (81,4 miliardi, +2,1%, =);
  • ICBC (72,7 miliardi, -9,9%, 2 posizioni);
  • Verizon (68,8 miliardi, +8,2%, +3 posizioni);
  • WeChat (67,9 miliardi, +25,4%, +9 posizioni).

Brand value 2021, Italia, sport e Suning

Sono complessivamente otto i brand italiani presenti nella classifica dei top 500 brand per valore nella classifica Brand Finance ‘Global 500’ 2021:

  • Gucci (117ª posizione, -19);
  • Enel (153ª posizione, +2);
  • Ferrari (188ª posizione, +14);
  • Eni (209ª posizione, -13);
  • Generali (254ª posizione, -18);
  • Intesa Sanpaolo (260ª posizione, +60);
  • Poste Italiane (316ª posizione, -6);
  • TIM (327ª posizione, -54).

Tra gli altri brand legati al mondo dello sport e del calcio, troviamo anche:

  • Nike 47ª;
  • Adidas 126ª;
  • Sky 197ª;
  • Red Bull 226ª;
  • Espn 228ª;
  • Gatorade 470ª.

Come dicevamo, tra i principali brand secondo la Brand Finance ‘Global 500’ 2021 c’è anche Suning, azionista di maggioranza dell’Inter, con un forte calo sia come valore che come posizione.

“Suning ha registrato un calo del 22% del valore del marchio a 5,4 miliardi di dollari – spiega Brand Finance nel report -, principalmente a causa del forte calo dei proventi da investimenti a seguito della pandemia, che ha causato un crollo dell’utile netto del 93% per il terzo trimestre dello scorso anno”. In classifica, Suning ha così perso 71 posizioni, scendo dalla 299ª piazza del 2020 fino al 370° posto.

Sky WiFi a sconto con Sky TV e Sky Q
Clicca qui per maggiori informazioni