Calciatori tre club 2020 2021
Il pallone ufficiale della Serie A Tim invernale (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Calciatori tre club 2020 2021 – Nel 2020/21 i calciatori potranno giocare per tre diversi club. Lo ha stabilito la FIGC seguendo l’indicazione della circolare della FIFA e ponendo un’importante deroga all’art. 95 delle NOIF.

Una modifica comunicata con una nota pubblicata sul sito dell’AIC, l’assocalciatori: “Preso atto di una precedente circolare FIFA (n° 1720/11.6.2020), la FIGC ha disposto che, per la stagione 2020/21, un calciatore “professionista” o “giovane di serie” possa tesserarsi, a titolo definitivo o a titolo temporaneo, per un massimo di tre diverse società e giocare in gare ufficiali per tre società“.

Pertanto, rispetto a quanto normalmente consentito dalle NOIF, le squadre con le quali “professionisti” e “giovani di serie” potranno scendere in campo passano, per la stagione in corso, da due a tre.

Il regolamento stabilisce infatti che i calciatori possono essere sì tesserati da un massimo di tre società per il periodo che va dal 30 giugno al primo luglio dell’anno successivo, ovvero la stagione sportiva.

Tuttavia, il calciatore era abilitato a disputare partite ufficiali soltanto per due società. Con la deroga all’articolo 95 delle NOIF un calciatore può dunque giocare per tutte e tre le società per cui è tesserato all’interno della stagione 2020/21.

Per fare un esempio: nel caso in cui Federico Chiesa, che si è trasferito alla Juventus dopo aver giocato la prima di campionato con la maglia della Fiorentina, venisse ceduto in prestito una terza società durante la sessione di mercato invernale, potrebbe giocare partite ufficiali per la nuova società. In precedenza questo non sarebbe stato possibile.