Diritti tv Bundesliga 2020 2021
(Photo by Maja Hitij/Getty Images)

Bundesliga distribuzione diritti tv – In Bundesliga si pensa ad una revisione della distribuzione dei ricavi dai diritti tv. La DFL sta infatti modificando il suo modello di distribuzione delle entrate per i diritti televisivi sia nazionali che esteri. Una revisione che entrerebbe in vigore a partire dalla prossima stagione, nel tentativo di aiutare i club a gestire l’impatto finanziario della pandemia Covid-19, secondo quanto riporta SportsPro.

L’amministratore delegato del DFL, Christian Seifert, ha dichiarato: “Stiamo cercando di prendere decisioni, in tempi davvero incerti, che mirano principalmente a guidare tutti i 36 club attraverso questa crisi. Non sono tempi per soluzioni radicali, ma per soluzioni affidabili su cui basarsi per andare avanti”.

Bundesliga distribuzione diritti tv: il 53% dei ricavi distribuito equamente

Il progetto prevede l’introduzione di una quota dei diritti nazionali distribuita equamente. Un processo diviso in due diverse fasi. Durante le prime due stagioni, 2021/22 e 2022/2023, la quota divisa in maniera uguale tra tutti i club sarà pari al 53% degli 1,16 miliardi di euro all’anno pagati dall’emittente televisiva Sky Deutschland e da DAZN verrà suddiviso equamente fra i club. Cifra che verrà ridotta al 50% per le successive due stagioni (2023/24 e 2024/25).

Il sistema attuale, entrato in vigore nel 2017, non prevede invece una percentuale dei ricavi dai diritti tv destinata a una distribuzione equa. I criteri per la divisione dei ricavi sono infatti:

  1. il 70% viene diviso fra tutti i club di Bundesliga 1 e Bundesliga 2 in base alla classifica quinquennale di ciascuna delle due competizioni.
  2. una seconda quota del 23%, tiene invece conto della classifica ponderata degli ultimi 5 anni dei 36 club che giocano nelle due competizioni.
  3. una terza quota, pari al 5%, si basa sulla classifica complessiva dei 36 club negli ultimi 20 anni
  4. il restante 2% premia l’utilizzo dei giovani e la distribuzione è legata proporzionalmente ai minuti giocati dai calciatori Under-23 formati nei club

La riduzione della cifra mutualistica nel corso del quadriennio comporterà un aumento dei ricavi dalle altre voci dal 2023/24:

  • la distribuzione dei ricavi ponderata in base alle prestazioni passerà dal 42% al 43%;
  • la percentuale per lo sviluppo giovanile dal 3% al 4% (i ricavi sono legati all’utilizzo dei giovani e la distribuzione è proporzionale ai minuti giocati dai calciatori Under-23 formati nei club)
  • i ricavi legati alla storia del club passerà dal 2% al 3%.

Bundesliga distribuzione diritti tv: i diritti di trasmissione internazionali

Anche le entrate derivanti dai diritti tv internazionali saranno distribuite in modo più equo tra i 18 club di Bundesliga, passando dal 25% delle prime due stagioni al ​​35% nel biennio successivo. Il resto verrà distribuito in base alla performance storica nelle competizioni europee.

Tuttavia, si tratterà di un importo complessivo ridotto a causa sia dell’impatto del Covid-19 sui budget dei media, ma anche per l’uscita di BeIN Sports come partner di trasmissione per la regione del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA). La DFL si aspetta una riduzione di circa 70 milioni di euro, rispetto alla stagione 2019/20, nel campo dei diritti tv internazionali. Il totale dei ricavi stimato da questa voce per il 2021/22 è di circa 180 milioni di euro.

SCOPRI LINK DI ENI GAS E LUCE: SKY E NETFLIX GRATIS PER DUE MESI