(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

«Non scelgo i calciatori, sono loro che scelgono me, come ha fatto Mkhitaryan, ragazzo straordinario e poliglotta, che mi ha cercato attraverso sua sorella». Così l’agente Mino Raiola, in un’intervista a Tuttosport, ha raccontato il suo rapporto con i calciatori.

Raiola si è soffermato sui suoi rapporti con tanti calciatori. Da Pogba – infelice al Manchester United – a Izzo. Da de Vrij, vicino al rinnovo con l’Inter («abbiamo un accordo verbale su tutto»), a Verratti, per il quale un ritorno in Italia è «molto difficile, perché Marco ha un grandissimo estimatore nel PSG: la proprietà del Qatar».

Capitolo Milan. Sulla possibilità che Ibrahimovic rinnovi a gennaio, Raiola ha spiegato: «Può essere, ma se non ci dovesse essere chiarezza già in inverno sul futuro di Zlatan saremmo comunque tranquilli. Uno come Ibra non ha paura di nulla. Se lo segui, è uno che ti porta a casa anche dalla guerra».

Donnarumma, invece, «al momento è del Milan, poi si vedrà». E sul rischio di un divorzio ha aggiunto: «Di sicuro c’è solo che Gigio non è più quello di quattro anni fa e sono in tanti a informarsi su di lui. Però mi fermo qui. Non voglio che diventi un rinnovo mediatico come in passato».