Ripresa calcio dilettanti
(Photo by Michael Regan/Getty Images)

Ripresa calcio dilettanti – I calciatori dilettanti di Francia e Inghilterra possono tornare in campo. Lo hanno annunciato le due federazioni con una nota pubblicata sul proprio sito internet.

Sul sito della FFF, la Federcalcio francese si legge: “A seguito di recenti annunci del governo, la pratica del calcio è nuovamente autorizzata nei club dilettantistici. Rimane tuttavia soggetto ad un certo numero di obblighi e restrizioni (distanziamento, misure sanitarie governative)”.

La Football Association – Federcalcio inglese – ha invece pubblicato una guida aggiornata per il calcio “non elitario” a seguito della conferma da parte del governo britannico che gli sport organizzati potranno riprendere da oggi, mercoledì 2 dicembre.

Ripresa calcio dilettanti: disposizioni sugli spostamenti e protocolli

In Francia invece la ripresa dell’attività è autorizzata già da sabato 28 novembre 2020. Sono da rispettare le disposizioni in vigore sui divieti di viaggio:

  • pratica entro il limite di tre ore;
  • a meno di 20 km da casa;
  • prima del coprifuoco (rendendo impossibile qualsiasi attività tra le 21:00 e le 6:00).

Inoltre la ripresa dell’attività è subordinata al rispetto dei protocolli sanitari in vigore, che riguardano in particolare:

  • la possibilità di usare una palla;
  • l’esclusione di contatti;
  • il divieto di gare, in qualsiasi forma;
  • l’uso degli spogliatoi

La ripresa delle competizioni è prevista dall’inizio di gennaio 2021 per il calcio giovanile, mentre per gli adulti già dal 15 dicembre 2020, a condizione che la situazione sanitaria non peggiori e segua l’andamento delle ultime settimane.

Ripresa calcio dilettanti: via libera all’attività in tutte le zone

La ripresa del calcio in Inghilterra include tutte le partite e gli allenamenti sia per giovani che per gli adulti. L’attività calcistica organizzata è consentita in tutte le aree, indipendentemente dal livello dei contagi.

La Federcalcio inglese sottolinea l’estrema importanza che club, giocatori, allenatori, ufficiali di gara, ufficiali di campionato, volontari, genitori, tutori e fornitori di strutture continuino a seguire rigorosamente sia le linee guida del governo britannico, sia i protocolli per lo svolgimento dell’attività emanati dalla FA.

Per quanto riguarda le disposizioni relative agli spostamenti, gli adulti possono viaggiare per giocare a calcio tra i livelli di rischio 1 e 2. Non sono invece permessi gli spostamenti dentro e fuori il livello 3. Sono previste alcune eccezioni per i viaggi in entrata e in uscita dal Livello 3 solo per gli U18, le squadre per disabili, i volontari, i giocatori d’élite e per coloro che viaggiano per lavoro.