Real Madrid taglio stipendi
(Photo by JOSE JORDAN / AFP) (Photo by JOSE JORDAN/AFP via Getty Images)

Il Real Madrid punta a un taglio degli stipendi. Lo riporta La Vanguardia, spiegando che i Blancos hanno proposto ai giocatori della prima squadra un taglio dei salari compreso tra il 10 e il 15%, per far fronte al calo degli introiti dovuto alla crisi portata dall’emergenza Coronavirus.

Nel caso in cui il club raggiungesse l’obiettivo di un taglio del 15%, il risparmio ammonterebbe a circa 58 milioni di euro in termini di stipendio dei tesserati. La scorsa stagione, i giocatori e i dirigenti hanno già accettato una riduzione dello stipendio che ha permesso al Real di risparmiare 39 milioni ed evitare l’Erte (uno strumento assimilabile alla nostra cassa integrazione).

Da parte dei giocatori la trattativa è portata avanti da Sergio Ramos, capitano della prima squadra, anche lui in procinto di rinnovare il proprio contratto. Il club spera di raggiungere un accordo con i calciatori nelle prossime settimane.

Il Real Madrid ha chiuso l’esercizio 2019/20 con un utile di 320.000 euro e stima che il calo delle entrate per il 2020/21 sarà di circa 190 milioni di euro, lasciando un budget di circa 650 milioni di euro. Questa previsione è subordinata alla riapertura del Bernabéu. La previsione più ottimistica è che il pubblico possa tornare allo stadio ad aprile 2021.