(foto Adidas)

Mancano ancora comunicazioni ufficiali sull’assegnazione dei diritti televisivi della UEFA Champions League, per il ciclo 2021-2024. Tuttavia, i giochi appaiono fatti, e tra i futuri player della massima competizione europea per club in Italia ci sarà Amazon.

Il colosso USA sbarcherà anche nel nostro Paese dunque, dopo averlo fatto in Germania e Gran Bretagna. Il colosso dell’e-commerce acquisterà il pacchetto delle migliori 16 partite del mercoledì più la finale della Supercoppa europea.

L’investimento sarà pari a 80 milioni a stagione, il doppio di quanto dovrebbe pagare Mediaset per trasmettere in chiaro una partita del martedì sera: una cifra vicina ai 40 milioni. È stata la UEFA – spiega Prima Comunicazione – a caldeggiare l’ingresso del Biscione per garantire massima visibilità al torneo.

Ma cosa si cela dietro l’ingresso dell’azienda di Jeff Bezos nel mercato sportivo italiano? Gli 80 milioni spesi non sono una cifra spropositata per chi vanta un fatturato di 280,5 miliardi di dollari (nel 2019). Con questa mossa Amazon vuole spingere più italiani possibile a entrare nel mondo di Amazon Video, attraverso Prime (il servizio che dà diritto a condizioni migliori sulle consegne).

Per la stessa ragione, la multinazionale non concederà le proprie partite in sublicenza ad altri operatori, ma le trasmetterà in esclusiva per cercare di raccogliere più utenti possibili. In questo modo Amazon potrà allargare la sua enorme capacità di raccolta delle preferenze dei consumatori aggiungendo anche le scelte televisive dei suoi clienti, un aspetto che finora non è stato sufficientemente esplorato.

In questo modo aumenterà anche il potere contrattuale di Amazon nel momento in cui andrà a trattare con le imprese italiane produttrici dei beni in vendita sulla sua piattaforma on line. Le condizioni di acquisto potranno essere ancora migliori visto che Amazon avrà ancora più informazioni in mano.

GUARDA JUVENTUS TV SU AMAZON PRIME VIDEO PER UN MESE, CLICCA QUI PER REGISTRARTI