Tamponi Lazio riprocessati
(Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Tamponi Lazio riprocessati – Conferma del tampone negativo per Immobile e Lucas Leiva. Positivo invece per Strakosha. Sono questi – secondo quanto appreso da Repubblica e anticipati dall’Ansa – alcuni dei risultati dei test sui giocatori della Lazio riprocessati all’ospedale Moscati di Avellino dal perito nominato dalla Procura.

Una mossa che si inserisce nell’ambito dell’inchiesta che vede indagato Massimiliano Taccone, proprietario del centro “Futura Diagnostica”, il laboratorio che ha effettuato i controlli sui giocatori laziali il 6 novembre scorso prima di Lazio-Juventus.

Un lavoro analitico complesso – spiega la Gazzetta dello Sport – con la virologa Maria Landi nelle vesti di perito, a sovrintendere alle operazioni sulla base della nomina del procuratore aggiunto del capoluogo irpino, Vincenzo D’Onofrio.

Le analisi sarebbero durate otto ore concludendosi in tarda serata con dati parzialmente controversi. Gli esiti ufficiali non sono stati svelati, la dottoressa Landi si è presa del tempo per analizzarli. Bisognerà vedere se il perito si limiterà a verificare la coerenza dei risultati, oppure soffermerà la sua attenzione anche sulle procedure di prelievo, la quantità di materiale utilizzato, il rispetto dei parametri standard che si usano in tutto il percorso dell’analisi, dal momento del prelievo (a Formello) a quello dell’analisi (ad Avellino).

In quella circostanza i tamponi dei tre calciatori in questione risultarono negativi rispetto invece alla positività riscontrata dai laboratori Synlab e Campus Biomedico sugli stessi calciatori. Strakosha sarebbe invece risultato positivo al riesame del Moscati: anche lui era risultato negativo al controllo fatto ad Avellino ma positivo all’analisi dei due laboratori.