Ricciardi OMS riapertura stadi
Tifosi allo stadio (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Fuga dagli stadi, seppur con una lenta risalita nelle ultime stagioni. L’immagine viene fotografata dalla Figc nell’edizione speciale del Report Calcio, che analizza gli ultimi dieci anni del settore in Italia, allargando tuttavia lo spettro, per quanto riguarda il profilo infrastrutturale e il trend degli spettatori presenti negli stadi, agli ultimi 40 anni.

Negli ultimi 40 anni (1978-1979 / 2018-2019) si è assistito ad un forte decremento dell’affluenza in tutti i livelli del calcio professionistico (Serie A -26,6%, Serie B -35,7% e Serie C – 19,3%), un dato che ha prodotto tra i diversi riflessi anche l’aumento delle vittorie in trasferta (dal 17% al 28% in Serie A, dal 12% al 22% in Serie B e dal 14% al 28% in Serie C).

Il trend più recente dell’affluenza evidenzia una positiva controtendenza: la Serie A ha visto un aumento di quasi 1,1 milioni di spettatori allo stadio tra il 2016-2017 e il 2018-2019, con un aumento dei ricavi da gare del 32% (superando i 300 milioni di euro). 

Tuttavia, le entrate derivanti dalla vendita di biglietti e abbonamenti rimangono un significativo potenziale inespresso per le casse del calcio professionistico (solo negli ultimi 5 anni i ricavi mancati ammontano a 1,3 miliardi di euro, a fronte di quasi 82 milioni di biglietti invenduti), dovuto soprattutto allo scarso riempimento della capienza degli stadi, che in Serie A non supera il 63% (49% in Serie B e 30% in Serie C), a fronte del 95% della Premier League inglese e dell’89% della Bundesliga tedesca.

Una criticità che si connette allo scarso livello infrastrutturale del sistema (con l’età media degli impianti pari ormai a 63 anni e il 93% degli stadi di proprietà pubblica), un profilo che negli ultimi anni sta però evidenziando un trend di leggero ma costante miglioramento.

Questo grazie alla realizzazione di alcuni importanti nuovi stadi (Juventus, Udinese e Frosinone) e a numerosi interventi apportati sugli impianti esistenti, in linea con i criteri introdotti dal sistema delle Licenze Nazionali: nell’ultimo quadriennio sono aumentati il numero di seggiolini a norma UEFA (+11,9%), il livello di illuminazione (+4,8%) e il numero di punti vendita per attività commerciali (+30,8%).

Si segnala anche il positivo incremento del livello di sicurezza: solo negli ultimi 14 anni gli incontri con feriti sono diminuiti del 71% e le persone arrestate dell’86%.