PSG impatto Covid 2020 2021
(Photo by SEBASTIEN SALOM-GOMIS/AFP via Getty Images)

PSG impatto Covid 2020 2021– La pandemia Covid-19 sta colpendo non solo la salute delle persone in tutto il mondo, ma anche l’economia. La seconda ondata sta colpendo duramente l’Europa. In Francia, uno dei paesi più colpiti attualmente dal virus, le nuove restrizioni sanitarie prevedono un secondo lockdown entrato in vigore il 30 ottobre che durerà almeno fino al 1 dicembre.

I dirigenti del del PSG, campione di Francia, hanno stimato una perdita di 200 milioni per la fine della stagione. Questo deficit è spiegato dall’assenza di qualsiasi tipo di entrata dal ticketing, tra biglietti e abbonamenti, visto che le partite che si giocano a porte chiuse. Inoltre si sono azzerate anche tutte le entrate derivanti dal match-day, ovvero tutto quanto viene speso all’interno dello stadio: bibite, cibo, merchandising, per un totale di mancati ricavi che si aggira intorno ai 130 milioni di euro.

Per quanto riguarda la sola Champions League – spiega Sport -, la quota di denaro che la squadra parigina potrebbe non incassare sarebbe vicina ai 20 milioni di euro per sole tre partite.

Un ulteriore mancato ricavo deriva anche dall’interruzione dell’utilizzo del Parc des Princes, lo stadio della squadra, situato nel centro di Parigi vicino alla Senna e con una capacità di quasi 50.000 persone, per l’organizzazione di eventi extra sportivi (concerti, feste private, visite allo stadio, ecc.)

A queste difficoltà si aggiunge un contesto difficile legato ai diritti tv. Il club della capitale sarebbe una delle squadre più colpite, insieme all’Olympique Marsiglia, dalla crisi patita dal campionato francese con Mediapro.