Italia Under 21 squadra B
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Italia Under 21 squadra B – In vista delle gare di qualificazione all’Europeo Under 21 2019/21 in programma nel mese di novembre rispettivamente in Islanda, Lussemburgo e con la Svezia a Pisa, la FIGC ha deciso di costituire, oltre alla Nazionale Under 21, una Under 21 B.

Le due formazioni, rispettivamente guidate dai tecnici Paolo Nicolato e Alberto Bollini, lavoreranno nello stesso periodo in maniera funzionale e sinergica, con la supervisione di Maurizio Viscidi, coordinatore delle Nazionali Giovanili del Club Italia, così da essere in grado di rispondere tempestivamente alle esigenze che potrebbero determinarsi.

La scelta, una novità nel panorama delle Nazionali Giovanili, nasce dall’esperienza vissuta ad ottobre, quando l’Under 20 era stata prima convocata dopo le prime ripetute positività al Covid-19 verificatesi nell’Under 21, e poi conseguentemente mandata in campo nel match con l’Irlanda (con il rinforzo di alcuni calciatori dell’Under 21), conclusosi con una brillante vittoria per 2-0.

Proprio in virtù di quel precedente, dunque, e considerata la necessità di dover affrontare tre gare, due delle quali in trasferta, in un momento comunque difficile in rapporto all’aumento dei contagi da Covid-19, il Club Italia ha quindi deciso di costituire due gruppi.

Le due squadre saranno in ritiro a Tirrenia, in zone separate sia per l’alloggio che per gli allenamenti, e saranno pronte a gestire ogni eventuale necessità di integrazione di calciatori dall’Under 21 B all’Under 21 nel corso delle tre gare.

«Mi preme sottolineare la funzione e l’importanza della “nuova” Under 21 B, che la Federazione ha voluto strutturare per tempo dopo la positiva prestazione di ottobre della mista Under 21/Under 20. Dovendo affrontare 3 partite ufficiali, di cui 2 all’estero nel periodo Covid più delicato e imprevedibile, è doveroso farsi trovare pronti», dichiara il coordinatore delle Nazionali Giovanili Maurizio Viscidi.

Per l’Under 21, attualmente al comando del girone 1 delle Qualificazioni Europee con 16 punti insieme all’Irlanda (ma con una gara in meno) e davanti a Svezia e Islanda a quota 15, le prossime saranno 3 gare decisive per l’accesso alla Fase Finale. Il regolamento prevede la qualificazione diretta delle prime di ciascuno dei 9 gironi e delle migliori 5 seconde, oltre alle squadre dei due Paesi ospitanti, Ungheria e Slovenia.

Le 16 squadre qualificate saranno poi impegnate a marzo 2021 in un ulteriore turno eliminatorio strutturato su 4 gironi da 4 squadre: le prime due di ciascun gruppo si qualificheranno alla Fase Finale, che si svolgerà a giugno con formula ad eliminazione diretta dai quarti di finale alla finale (6 giugno).

1 COMMENTO