Javier Tebas (Foto La Liga)

“Chi ha tirato fuori questa idea, sempre che sia reale, non solo dimostra una completa ignoranza dell’organizzazione e della tradizione del calcio europeo e mondiale, ma anche una grave ignoranza del mercato dei diritti audiovisivi”. Javier Tebas, presidente della Liga, stronca la Superlega a cui starebbero lavorando i grandi club guidati da Liverpool, Manchester United e Real Madrid.

“Un progetto di questo tipo comporterebbe dei gravi danni economici agli organizzatori stessi e a chi li finanzia, sempre che esistano davvero – aggiunge alla BBC Sport -. Questi progetti fatti sottobanco possono sembrare buoni forse solo quando ti trovi in un bar alle cinque del mattino…”.

Il progetto, svelato da Sky Uk, avrebbe al centro JP Morgan che sarebbe pronta a garantire 5 miliardi di euro per aiutare il lancio della competizione, riservata alle principali società del continente:  l’investimento iniziale verrebbe ripagato dai futuri introiti dai diritti televisivi generati dal torneo. Tuttavia, anche altre banche si potrebbero unire al finanziamento del nuovo progetto.

L’obiettivo è quello di mettere insieme un pacchetto di finanziamenti da 5 miliardi di euro per contribuire alla creazione di una European Premier League. Più di una dozzina di squadre provenienti da Inghilterra, Francia, Germania, Italia e Spagna sarebbero in trattative per diventare membri fondatori della competizione.

Fonti affermano che la FIFA, l’organo di governo del calcio mondiale, è stata coinvolta nello sviluppo del nuovo format, che dovrebbe comprendere fino a 18 squadre, e coinvolgere le date delle partite giocate durante la stagione europea regolare.

Le migliori squadre del torneo andrebbero poi a giocare le sfide a eliminazione diretta per concludere il torneo, con premi in denaro per i vincitori che potrebbero toccare oltre centinaia di milioni di euro ogni stagione.

Le big tornano a parlare di Superlega: affare da 5 mld