Valore squadre Champions League 2020 2021
(Photo by MICHAEL REGAN/POOL/AFP via Getty Images)

Quanto valgono squadre Champions 2020 2021 – La UEFA Champions League 2020/2021 avrà inizio oggi con la prima giornata della fase a gironi. Molte squadre hanno l’obiettivo di alzare la Coppa dalle grandi orecchie e per farlo dovranno arrivare alla finale del 29 maggio che verrà disputata allo stadio Atatürk di Istanbul, sede prescelta per la finale 2020, poi sostituita dalle Final Eight di Lisbona.

I 32 club che partecipano alla fase a gironi in questa stagione rappresentano 15 paesi: sette federazioni sono rappresentate da più di un club, mentre altri otto campionati nazionali hanno una sola squadra nel tabellone. Per la prima volta nella storia della Champions League ci saranno tre club russi nella fase a gironi. Tra questi, il Krasnodar farà il suo debutto nella fase a gironi del torneo, così come i campioni di Turchia dell’İstanbul Başakşehir e il Midtjylland, squadra danese. Per il Rennes sarà un esordio assoluto nella massima competizione europea per club.

Il Football Benchmark di KPMG ha analizzato i valori delle rose delle 32 squadre. In totale in questa edizione della Uefa Champions League si affronteranno calciatori dal valore di oltre 14 miliardi di euro.

Nel Gruppo D, la rosa del Liverpool (valore della rosa 1.049 milioni di euro) è 25 volte più preziosa di quella del Midtjylland (41), ma la differenza maggiore si ha nel Gruppo G dove la rosa del Barcellona (980) vale 39 volte la squadra del Ferencváros (25).

Gli ungheresi sono la squadra dal valore della rosa più basso, mentre la squadra più preziosa è il Manchester City, con un valore totale della rosa pari a 1.175 milioni di euro. Dietro i Citizens si piazza il Real Madrid (1.120) e i Reds.

Il gruppo più equilibrato, stando a questo paramento, è il Gruppo F di cui fa parte anche la Lazio (327), dove il Borussia Dortmund (666) è solo 6 volte più prezioso del Brugge (119). Completa il girone lo Zenit (155). Il girone F è anche quello con il minor valore totale, somma dei valori delle quattro squadre (1.267), di poco superiore rispetto a quello del Manchester City.

Il girone più prezioso è il Gruppo H (2.220) in cui sono presenti Manchester United (893), PSG (763), Lipsia (508) e İstanbul Başakşehir (56). Secondo è il girone dell’Inter, il Gruppo B (2.209). Oltre ai nerazzurri (603), pesa la quota del Real Madrid, a cui si aggiungono poi Borussia Mönchengladbach (349) e Shaktar Donetsk (137).

Nelle ultime due stagioni tutti i club che sono passati agli ottavi dalla fase a gironi avevano valori complessivi di rosa più alti rispetto alle due squadre che non si sono qualificate alla fase a eliminazione diretta. L’unica eccezione è stata l’Ajax, semifinalista nella stagione 2018-19: gli olandesi hanno superato la fase a gironi nonostante fossero la terza squadra per valore nel loro gruppo.

Se questa tendenza dovesse essere confermata, l’unica italiana che resterebbe fuori dai gironi sarebbe l’Atalanta che è terza per valore della rosa (286) nel girone D, dietro a Liverpool e Ajax (331). La Dea è, dopo il Porto, la squadra che più si avvicina alla seconda del proprio girone, quindi con più probabilità di ribaltare il trend sul passaggio del turno da parte delle squadre più preziose. I portoghesi (187) sono terzi per valore della rosa nel girone del Manchester City, a soli 7 milioni di distanza dal Marsiglia (194).