quanto ha speso sky diritti tv champions
(foto insidefoto.com)

L’asta per i diritti tv della Champions league 2021/24 entra nella fase calda. E, dopo un’iniziale vantaggio di Dazn, ora c’è da registrare il sorpasso dell’accoppiata Sky-Mediaset per aggiudicarsi la trasmissione delle gare nel prossimo triennio.

Secondo quanto si apprende in ambienti finanziari, dopo l’apertura delle seconde offerte l’asse tra Sky e Mediaset avrebbe superato la concorrenza di Dazn per i due pacchetti rimasti in ballo: assegnato ad Amazon quello per le 16 migliori gare del mercoledì (si parla di circa 80 milioni di euro a stagione), rimangono solo i pacchetti per le 16 migliori gare del martedì e quello per le restanti 104 gare, oltre al pacchetto per la sola finale.

Sky e Mediaset punterebbero così a replicare l’attuale situazione: la tv del Biscione trasmetterebbe infatti in chiaro le gare del martedì, con la maggior parte invece delle partite in mano alla paytv di Comcast (che non può trasmettere tutta la competizione a causa del divieto di esclusiva imposto dal Tribunale).

La situazione tuttavia resta in divenire, in attesa dell’ufficialità da parte dell’Uefa che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.

PrecedenteFrancia, LFP pronta ad annullare l’accordo con Mediapro
SuccessivoLombardia, i dilettanti contro la Regione: «Fateci giocare»
Classe 1990, giornalista.