LFP contratto Mediapro
Telecamera di Mediapro (Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

La Ligue de Football Professionnel (LFP) è pronta a mettere fine al contratto sui diritti di trasmissione di Ligue 1 e Ligue 2 con Mediapro, se il gruppo audiovisivo sino-spagnolo non dovesse effettuare il pagamento della seconda rata dei diritti televisivi.

Lo riporta AFP, ricordando che la LFP ha dato avvio da pochi mesi dalla sua partnership quadriennale con Mediapro, che paga 780 milioni di euro a stagione per i diritti della massima serie francese e 34 milioni di euro a stagione per mandare in onda le gare di Ligue 2.

Tuttavia, Mediapro non ha versato la sua ultima rata dopo che la LFP ha rifiutato la richiesta della società di avere più tempo a disposizione per effettuare il pagamento di 172 milioni di euro, che doveva essere portato a termine entro il 5 ottobre.

Senza alcuna svolta sulla questione tra LFP e Mediapro, l’ente calcistico francese è pronto a cercare accordi alternativi con altre emittenti. La mossa è stata confermata in una mail ai club inviata dall’amministratore delegato della LFP Arnaud Rouger e vista dall’AFP.

«Abbiamo inviato loro un avviso formale per fissare le scadenze del 1° e del 5 ottobre. O si trova una soluzione con Mediapro oppure no, e sarà necessario prevedere che il contratto venga rilevato da altri operatori», recita la mail.

Un’opzione potrebbe essere l’emittente qatariota BeIN Sports, che attualmente ha un pacchetto di diritti più ridotto per il calcio francese. Un’altra soluzione potrebbe essere l’emittente nazionale Canal+, che ha mostrato la maggior parte delle partite di Ligue 1 prima dell’accordo della LFP con Mediapro e BeIN.

1 COMMENTO