Stipendi telecronisti Rai
Il logo di Rai Sport

Chiusura di Raisport e stop alla rete istituzionale e a quella in inglese, accorpamento di Rai5 e Rai Storia, mentre sopravviverà Rai Movie.

Sarebbero questi, secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano, alcuni dei punti del piano di riorganizzazione della tv pubblica varato dall’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, e presentato al consiglio di amministrazione dell’azienda.

Un piano che, a detta del Fatto, potrebbe prevedere altri tagli (edizioni dei tg e alcuni programmi) all’interno di una spending review considerata necessaria.

«Se lo stop (per ora) ai canali istituzionale e inglese era nell’aria, sorpresa ha destato la chiusura di Raisport che, se non portava grandi ascolti (media intorno all’ 1%), aveva il merito di accendere un riflettore sugli sport minori», si legge sul Fatto.

Con la chiusura di Rai Sport, parte dei contenuti dovrebbero essere dirottati su Raidue.

«È una violazione del contratto di servizio. Mi chiedo dove sia il risparmio, visto che Raisport è interamente realizzato da personale Rai», ha osservato il deputato Michele Anzaldi (Iv).

I conti Rai, del resto, non sono buoni. Nella semestrale di bilancio l’indebitamento totale è aumentato a 275,9 milioni (da 239,1). Per i conti del 2020, invece, si prevede un rosso di 130 milioni, che potrebbe arrivare a 190 nel 2021.