Roberto Mancini, ct dell'Italia (Foto: Imago/ Insidefoto)

“La bolla è una soluzione ottima, però mi sembra si possa fare anche diversamente. Si può fare in Nazionale perchè siamo stati insieme 10-11 giorni: farlo in campionato per un anno intero credo sia molto, molto difficile”. Lo ha detto Roberto Mancini, ct dell’Italia, ai microfoni di Enrico Varriale nella consueta intervista pre-gara nell’ambito dell’accordo di esclusiva tra Rai e Figc.

“Si parla di Nba, ma lì la bolla è stata attuata nella parte finale della stagione. Il campionato – ha concluso Mancini – è lungo, e farlo per undici mesi è impossibile”.

Sul tema della bolla è intervenuta oggi anche Sandra Zampa, sottosegretario al Ministero della Salute, intervistata ad Agorà Rai Tre. “La proposta iniziale che era stata fatta, un po’ simile a quella dell’Nba, – ha spiegato – prevedeva che i giocatori vivessero in una bolla settica, cioè che partendo tutti in condizioni di salute perfette rimanessero in questa condizione evitando i contatti esterni”. Per questo, “se si va continuamente cercando contatti esterni, non può che finire che deve giocare al posto tua la giovanile. Quindi facciano loro una riflessione”.

Il successo della bolla NBA: 180 mln di dollari e zero contagi