Christiano Ronaldo in allenamento (Photo by MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

La procura federale ha aperto un procedimento sui calciatori stranieri della Juventus che hanno violato l’isolamento fiduciario per raggiungere il ritiro delle rispettive Nazionali. Lo riporta l’ANSA.

Al riguardo, è stata già chiesta una relazione al medico del club bianconero e sono stati chiesti gli atti alla Procura della Repubblica di Torino che, su segnalazione della Asl competente, ha aperto un fascicolo in merito.

La procura ha aperto un fascicolo “K”, senza indagati e ipotesi di reato, sulla vicenda dei sette juventini che hanno violato l’isolamento fiduciario sabato scorso, mentre erano in attesa del secondo tampone, dopo che erano stati trovati positivi al Covid due membri dello staff bianconero.

Il fascicolo è stato aperto dopo la segnalazione dell’Asl, avvisata dalla stessa Juve del comportamento di Bentancur, Cuadrado, Danilo, Dybala e Ronaldo, Buffon e Demiral, i quali avevano lasciato il ritiro al “J Hotel” per andare a casa o raggiungere le nazionali all’estero.

I giocatori rischiano solo una multa di massimo di mille euro per la violazione. Infatti il fascicolo, visto che si tratta di un illecito amministrativo, è competenza della Prefettura.