CVC Bain offerte Serie A
Younes festeggia con una telecamera (Photo credit should read CARLO HERMANN/AFP via Getty Images)

CVC Bain offerte Serie A – Prosegue il percorso di avvicinamento all’assemblea di Lega Serie A, decisiva nell’ottica dell’ingresso dei fondi di private equity nel mondo del pallone italiano. Come anticipato da Calcio e Finanza, l’appuntamento tra i club è slittato al 13 ottobre perché il caso Juventus-Napoli ha agitato le acque sul tema.

In attesa di una scelta definitiva, stando a Reuters le due cordate interessate ad acquisire il 10% della media company hanno rivisto le loro offerte finali. Il consorzio Bain Capital-Nb ha abbandonato il piano di investimento iniziale e lo ha sostituito con una proposta di partnership.

Il gruppo rivale, quello formato da CVC, Advent e Fsi ha invece deciso di presentare due offerte alternative per conquistare alcuni dei club più riluttanti. In particolare, la proposta di Bain prevede il pagamento anticipato di 450 milioni di euro ai club per il 10% dei ricavi annuali da diritti di trasmissione per i prossimi 10 anni, a condizione che tali ricavi superino una soglia minima.

«Nonostante la loro linea ufficiale, la maggior parte dei club è riluttante a concludere un accordo», fa sapere una fonte a Reuters. Bain è anche in trattativa per finalizzare un accordo commerciale separato con Mediapro, che potrebbe aggiungere competenze nel settore.

CVC si è offerta invece di acquistare una quota del 10% della media company per circa 1,6 miliardi di euro o di effettuare un pagamento anticipato di 500 milioni di euro e ridurre il valore della proposta a circa 1,35 miliardi.