Cellino regala Brescia
(Photo by Clint Hughes/Getty Images)

Il presidente del Brescia Massimo Cellino non le manda a dire. Intervenuto nella serata di ieri ai microfoni di Novantesimo Minuto – dopo la rovinosa sconfitta per 3-0 sul campo del Cittadella –, il patron delle Rondinelle ha rilasciato dichiarazioni importanti.

«In 30 anni nel mondo del calcio non mi era mai successo di venire minacciato dai giocatori. Gente che voleva essere ceduta altrimenti sarebbe andato in depressione. Non hanno neanche un briciolo d’educazione», ha raccontato.

«Ho cinque telefoni e sono tutti spenti – ha aggiunto ancora Cellino –, perché chiamano me quando ci sono apposta i direttori sportivi? Se si fa avanti qualcuno interessato gli regalo il club», ha concluso.

Il Brescia è retrocesso dalla Serie A alla Serie B al termine della scorsa stagione. La formazione lombarda, guidata da Luigi Delneri – si trova attualmente all’ultimo posto in cadetteria dopo due giornate nelle quali ha conquistato un pareggio e una sconfitta.