Lunga intervista quella rilasciata a Prima Comunicazione da Maximo Ibarra, amministratore delegato di Sky Italia. Ibarra ha toccato diversi temi, dalla nuova offerta Sky WiFi ai competitor, dai rapporti con la Lega Serie A alla nascita della nuova media company.

A proposito dell’ingresso dei fondi, Ibarra ha detto: «Guardiamo con interesse alla nascita di una media company della Lega Calcio e all’ingresso dei fondi di investimento in questa nuova società. D’altronde è un progetto che nasce con l’obiettivo dichiarato di far crescere il calcio italiano e di portarlo di nuovo a essere uno dei più importanti e seguiti al mondo».

«Questo obiettivo ci sta particolarmente a cuore – ha aggiunto –, visto che Sky è da sempre uno dei principali partner della Lega Calcio, e giudico positivamente questa evoluzione anche perché potrebbe rendere ancora più semplice e trasparente il rapporto con i broadcaster».

A tal proposito, Ibarra spiega che «per noi l’importante è che i nostri clienti abbiano accesso al prodotto calcio. Ovviamente col tocco editoriale di Sky, che tutti conoscono e apprezzano da sempre e che vorremmo continuare a mettere in campo».

«Poi la maniera con cui si arriverà a questo – aggiunge ancora – e con quale modello, in regime di esclusiva o con meno esclusive, con quale interlocuzione formale e contrattuale, è un elemento importante ma complementare. I nostri clienti non si attendono necessariamente l’esclusiva, ma di avere quel prodotto con la personalizzazione e la qualità a cui li ha abituati Sky».

A proposito dell’esclusiva, Ibarra conclude che «se anche qualche operatore dovesse offrire il prodotto calcio, non sarebbe un fattore esiziale. Certo, più ne hai in esclusiva e meglio è. Ma non è la fine del mondo se lo stesso prodotto arriva anche da altre piattaforme».