Commisso cessione Chiesa
Federico Chiesa (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

Commisso cessione Chiesa – Si parla molto dei quattro giocatori della Fiorentina che hanno il contratto in scadenza nel 2022, oggetto delle attenzioni di grandi club. Commisso in realtà è pronto a confermare Milenkovic, Biraghi e Pezzella lavorando ai loro rinnovi anche a stagione in corso.

Sul difensore serbo c’è il pressing del Milan, ma di lui Commisso ha detto: «Non ho mai parlato con lui dell’ipotesi che lasci la Fiorentina. Lo voglio tenere. Milenkovic è un buon ragazzo e un ottimo difensore». Birgahi è appena rientrato alla base, dopo l’esperienza all’Inter. L’esterno mancino ha ben impressionato nella prima partita dei viola, vinta per 1 a 0 sul Torino.

Capitan Pezzella è rimasto in panchina nella sfida con i granata, al rientro da un infortunio. Nei giorni scorsi ha parlato del rinnovo di contratto: «Ne parleremo e decideremo quello che sarà meglio per entrambi. Il presidente è una grande persona. Ci tiene tantissimo alla squadra e a tutti noi. Non posso negare che la sua assenza prolungata e pesata tantissimo, perché averlo accanto a noi è un valore aggiunto». 

Un po’ diverso il discorso che riguarda Federico Chiesa. Il patron dei viola nei giorni scorsi ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, nella quale ha detto: “Nei prossimi giorni parlerò con il ragazzo. A suo tempo ho promesso al babbo di Chiesa che lo avrei lasciato libero davanti a un’offerta giusta. Federico ha preferito non prendere in considerazione alcune richieste arrivate dall’estero. Lo capisco, è l’anno dell’Europeo, lui vuole fare bene in Italia per convincere Mancini. Però deve ricordare che è la Fiorentina che l’ha portato dove è adesso. Chi vuole comprare ribadisce che la valutazione dei calciatori è scesa. Ma io dico che non è scesa quella dei grandi giocatori. Vedremo»

Chiesa è tra questi e proprio per questa ragione la valutazione della Fiorentina è di 60 milioni. Commisso potrebbe forse accontentarsi di 50, ma niente estero. In Italia sono poche le squadre che possono permettersi una spesa simile. Fra tutte la più papabile è la Juventus, che non ha mai nascosto il suo interesse per il talento viola, ma una trattativa è possibile solo nel caso in cui i bianconeri riescano a cedere almeno uno tra Douglas Costa e Bernardeschi.