Fabio Paratici (foto: Getty Images)
Fabio Paratici (foto: Getty Images)

Non si sbilancia il chief football officer della Juventus, Fabio Paratici, sul dossier di calciomercato relativo al possibile arrivo in bianconero dell’attaccante bosniaco Edin Dzeko.

Interpellato da Sky Sport alla vigilia della sfida tra i campioni d’Italia guidati da Andrea Pirlo (al suo debutto in Serie A sulla panchina della Juve) e la Sampdoria, il dirigente bianconero ha ribadito che l’obiettivo del club è quello di individuare sul mercato un attaccante (e non due) da affiancare a Cristiano Ronaldo e Paulo Dybala, ma ha sottolineato come la pista Dzeko non sia l’unica.

«Diciamo che non c’è una situazione Dzeko, ma c’è una situazione attaccante per la Juventus. Sappiamo che abbiamo bisogno di questo attaccante e quindi stiamo lavorando per questo. Sappiamo che cosa vogliamo, dove vogliamo arrivare, quindi lavoreremo per questo con grande serenità e calma, visto che mancano ancora quindici giorni. L’importante è avere in testa quello che vogliamo. Non c’è una situazione Dzeko, quindi significa che ci sono altre situazioni in essere», ha spiegato Paratici.

«Noi sappiamo bene dove vogliamo arrivare, quindi lavoriamo per avere un attaccante da affiancare a Cristiano e a Dybala. In questo momento l’obiettivo è di individuare un solo attaccante sul mercato e non due. Abbiamo in testa le nostre cose, i nostri obiettivi e cerchiamo di perseguirli con grande serenità e calma indipendentemente da un nome o da un altro», ha aggiunto il responsabile del mercato della Juventus.