Serie A data sorteggio calendario 2020 2021
Lega Serie A (foto calcioefinanza.it)

Svolta storica per la Lega Serie A: secondo quanto appreso, i 20 club, riuniti in assemblea a Milano, hanno dato il loro via libera alla creazione della media company, con conseguente ingresso dei fondi di private equity nella nuova società che verrà creata per la gestione dei diritti tv e commerciali. Le 20 società hanno votato all’unanimità a favore della creazione della media company, come riporta l’Ansa.

La votazione all’unanimità da parte dei 20 club è considerato un segnale di importante unità su un argomento così delicato. Un tema su cui ha puntato fin da subito il presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino.

Nessuna decisione ancora sulle due offerte pervenute dalla cordata Cvc, Advent e Fsi (da 1,625 miliardi per il 10%) e dal duo Bain-Nb Renaissance (1,35 miliardi sempre per il 10%): la decisione è stata quella di approfondire le proposte di entrambe le cordate, per sceglierne una a breve. Bocciate invece le offerte di finanziamento.

1 COMMENTO

  1. Che cosa fa Andrea Agnelli da 10 anni Presidente della Juventus per tutelare il club che presiede in Lega e Politica? La Juve è il top club europeo che negli ultimi 15 anni ha perso più soldi dai diritti tv dei rispettivi campionati nazionali. Nel 2005 la Juventus si accordò con le tv per un biennio da 108 e 110 milioni rispettivamente per le stagioni 2007-2008 e 2008-2009.Una cifra non cosi distante da Real Madrid e Barcellona e maggiore dei club inglesi e del Bayern Monaco.Nella stagione 2018-2019, ovvero ben 10 anni dopo, la Juventus ha invece incassato dai diritti tv della Serie A solo 100 milioni di euro, derivante dalla Legge Lotti del 2018 e ancor prima dalla Legge Melandri (contro cui il Presidente Agnelli non ha fatto alcun ricorso giudiziale nonostante ci fossero i presupposti , difatti in un paese europeo un ministro non può imporre quanto una società sportiva privata deve incassare dalla cesssione di diritti allo sfruttamento di un prodotto audiovisivo. )che hanno premiato i club più piccoli,ovvero quei club che incassano e investono il nulla per la valorizzazione del prodotto Serie A.
    La vendita centralizzata dei diritti tv del campionato di calcio di serie A in Italia in vigore dal 2011 non ha mai incrementato il valore complessivo della massima lega professionistica italiana e nemmeno la riforma Lotti del 2018, unico caso in Europa differentemente a quello che è successo in Inghilterra, Germania e in Spagna dal 2016. Il Real Madrid e il Barcellona non avrebbero mai accettato queste modalità senza l’aumento garantito del valore dei diritti tv della Liga. Ma soprattutto il Real e il Barcellona continuano ad incassare ciascuna l’11.5% dell’intero ammontare che corrispondea 1420 milioni, mentre la Juve solo l’8% di 1150 milioni. Nel dettaglio, il club che nel 2018-2019 in Spagna ha incassato di più è il Barcellona, la cui quota tocca 166,5 milioni di euro. Al secondo posto si posiziona il Real Madrid (155,3 milioni di euro), mentre il podio è chiuso dall’Atletico Madrid, terza e ultima società a incassare una cifra superiore ai 100 milioni (119,2 milioni di euro) La Juventus nello stesso anno 100 milioni di euro..Grazie ad Andrea Agnelli.