Juve Napoli porte chiuse
L'Allianz Stadium, stadio della Juventus (Photo by VINCENZO PINTO/AFP via Getty Images)

Juve Napoli porte chiuse – Il Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, è intervenuto durante il programma Radio Goal, in diretta ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Cirio ha parlato del nuovo DPCM che proroga la chiusura degli impianti sportivi più grandi almeno fino al 30 settembre.

«Il nuovo DPCM non ci permette di presentare dei piani o proposte che possano essere validate nazionalmente fino al 7 ottobre. Una partita di Serie A che fa decine di migliaia di spettatori è un evento eccezionale», ha esordito.

«Il piano presentato dalla Juventus – ha aggiunto – prevedeva l’ingresso di circa 8 mila persone a fronte dei 40 mila posti disponibili dell’Allianz Stadium. Per pochi giorni Juventus-Napoli sarà a porte chiuse, salvo che il DPCM cambi nuovamente le regole».

Per Cirio «c’è più rischio di assembramento in un supermercato che in uno stadio da 40 mila posti, distanziati, con ingressi scaglionati. Io ad inizio marzo ho bloccato Juventus-Milan, poi il Governo Conte l’ha autorizzata».

«Non è una questione di consenso – ha concluso –. Qui la valutazione è diversa, non è delle squadre, non c’è contatto tra giocatori e pubblico. Il rischio rimane sempre, questo sì. Dobbiamo tornare alla normalità ma facciamolo in modo lineare».