CVC calcio femminile
.

Il fondo di private equity CVC Capital Partners avrebbe intenzione di investire nella Women’s Super League (WSL), la massima serie del calcio femminile in Inghilterra. Lo riporta Sky News, spiegando che la società si sarebbe rivolta alla FA per acquisire una partecipazione nella competizione per i prossimi dieci anni.

Stando a quanto riportato a luglio dai media britannici, anche Bridgepoint, a cui CVC ha venduto i diritti commerciali della MotoGP per 500 milioni di euro nel 2016, sarebbe interessata ad acquisire una partecipazione nel torneo femminile.

Nello specifico, pare che Bridgepoint sia interessata ad acquistare una quota di minoranza importante in una nuova società che andrebbe a possedere e gestire i diritti commerciali della WSL, con la FA e i club che invece manterrebbero la quota di controllo.

La vendita di una quota di partecipazione nella WSL, seppur ancora remota al momento, contribuirebbe in ad alleviare parte dell’impegno finanziario della FA (Football Association) per la competizione femminile, che pare costi alla Federazione 7 milioni di sterline all’anno.

CVC è già nota al mercato italiano per essere uno dei fondi interessati alla Serie A. La scorsa settimana, insieme a Fsi e Advent, CVC avrebbe infatti presentato un’offerta che valuta circa 15 miliardi di euro la media company dove andrebbero a confluire i diritti del calcio del massimo campionato italiano per i prossimi 10 anni.