Germania stadi senza pubblico
Allianz Arena in una gara a porte chiuse. (Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

Nonostante l’apertura della UEFA che ha concesso la possibilità al pubblico di poter seguire la finale di Supercoppa europea in programma a Budapest, in Ungheria, tra Bayern Monaco e Siviglia il prossimo 24 settembre (i posti disponibili nell’impianto saranno pari al 30% della capienza), nei campionati nazionali e nelle altre competizioni europee si preferisce andare con i piedi di piombo.

Anche se il numero di casi considerati gravi sono minori rispetto a quanto era accaduto nel clou dell’emergenza sanitaria, il numero di positivi è ancora troppo elevato e rispettare la distanza di sicurezza è ancora fondamentale.

Proprio per questo in Germania, che è stata la sede della fase finale dell’Europa League, le restrizioni potrebbero essere prorogate.

Qui la curva dei contagi è tornata a salire e così la Cancelliera Angela Merkel impone il prolungamento dei divieti già in atto: le restrizioni riguarderanno anche lo sport, visto che fino a fine anno resteranno chiusi ai tifosi gli stadi. Questo significa che non sarà consentita la presenza del pubblico anche nei luoghi culturali, a festival e fiere.

La proposta di vietare i grandi eventi sportivi con i tifosi almeno fino al 31 dicembre include una risoluzione che verrà discussa giovedì tra la Merkel e i premier di stato, secondo quanto appreso dalla dpa. Se si dovesse procedere secondo questa strada, sarebbe un duro colpo non solo per le società di calcio, ma anche per le squadre di pallamano, basket e hockey sul ghiaccio. Si potrebbero fare eccezioni per le regioni con un numero estremamente basso di infezioni.

La Lega calcio tedesca con la Federazione mercoledì ha intanto pubblicato un protocollo aggiornato per la prossima stagione per i 36 club della massima serie Bundesliga e della seconda divisione. Le misure da approvare in una riunione del 3 settembre includono biglietti personalizzati.