Atalanta Champions Gewiss Stadium
(Photo by MIGUEL MEDINA / AFP) (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

L’Atalanta ha chiuso un’eccellente stagione che l’ha vista protagonista sia in campionato che in Europa con la storica qualificazione ai quarti di finale di Champions League, sfiorando l’impresa per l’approdo nelle migliori quattro d’Europa.

Con il piazzamento in Serie A la Dea ha ottenuto il diritto di partecipare alla prossima Champions League e il desiderio della società, espresso dal presidente Antonio Percassi è di poter giocare la prossima edizione della massima competizione continentale per club al Gewiss Stadium.

«Champions a Bergamo? Sono ottimista» ha detto il direttore operativo dell’Atalanta, Roberto Spagnolo, in un’intervista pubblicata sul canale Youtube del club nerazzurro e riportata dalla Gazzetta dello Sport.

«Una chicca, la nostra scommessa: portare la Champions a Bergamo. Sarà il nostro fiore all’occhiello: ci crediamo fortemente e per questo, settimana prossima, interverremo per preparare il terreno di gioco ad un alto numero di partite, Champions compresa. Ci tengo a dire che questa è la volontà della proprietà: l’investimento è di un milione a fondo perduto, ma Percassi, ancora una volta, ha voluto mettere mano al portafoglio», prosegue il responsabile del progetto stadio.

L’obiettivo è convincere la Uefa ed è stata fissata la data decisiva: «Il 7 e l’8 settembre ci sarà il sopralluogo: a quel punto avremo una risposta certa».

Per quanto riguarda i lavori al Gewiss Stadium: «Stiamo portando avanti quattro cantieri contemporaneamente: la Tribuna Rinascimento (ex Giulio Cesare, ndr), il restauro della facciata, l’urbanizzazione di piazzale dello Sportela Curva Sud, proprio nell’ottica della Champions a Bergamo. Dovevano essere 120 giorni di lavoro, ma la partenza è slittata di un mese e il periodo è sceso a 90, perché la consegna deve avvenire il 30 settembre: nonostante questo stiamo lavorando alacremente, abbiamo recuperato il mese di ritardo e siamo a buon punto».

A proposito dei lavori che riguardano l’adeguamento dell’impianto alle richieste UEFA, Spagnolo ha detto: «In Curva Sud, dobbiamo ricostruire un parterre con una struttura fissa, come da esigenze UEFA: poi, forniremo tutti i gradoni di seggiolini con lo schienale e ci sarà un implemento dei servizi».