Atalanta fine partnership U-Power
Esultanza dei giocatori dell'Atalanta (Photo by RAFAEL MARCHANTE / POOL / AFP) (Photo by RAFAEL MARCHANTE/POOL/AFP via Getty Images)

L’Atalanta ha detto addio alla corsa per la Champions League nella serata di ieri. I nerazzurri hanno visto sfumare il sogno di raggiungere le semifinali della Final Eight nei minuti di recupero, quando prima Marquinhos e poi Choupo-Muting hanno ribaltato l’iniziale vantaggio firmato Pasalic.

Una sconfitta che sicuramente non cancella quanto di buono fatto dall’Atalanta all’esordio nella massima competizione europea per club. I nerazzurri possono comunque consolarsi con i cospicui premi Champions, che portano nelle casse societarie quasi 60 milioni di euro.

L’importanza del match ha spinto inoltre tanti appassionati a seguire la gara, trasmessa in diretta in chiaro da Mediaset su Canale 5. La partita ha fatto volare la rete ammiraglia del Biscione a 5.133.000 spettatori, con uno share del 28.1%.

Se si aggiungono i dati fatti registrare dall’incontro sull’emittente satellitare Sky (1.171.000 spettatori e uno share del 6,4%), la Dea ha raccolto in totale 6,3 milioni di telespettatori e uno share del 34,6% complessivo sulle due reti.

Il match si classifica così al sesto posto tra quelli più seguiti in chiaro durante la UEFA Champions League 2019/20. Al primo posto resta la sfida di andata degli ottavi di finale Napoli-Barcellona (6,4 milioni di spettatori), seguita da Inter-Barcellona (5,8 milioni), match della fase a gironi della competizione.