vieri birra bombeer

Un nuovo progetto che coivolge ancora Christian Vieri. Dopo il lancio del brano “Una vita da Bomber”, l’ex attaccante è protagonista di un nuova iniziativa, questa volta con un prodotto come la birra, di cui sarà testimonial e imprenditore: nei prossimi giorni sarà infatti lanciata ufficialmente la Birra Bombeer, che sarà in vendita online dal prossimo martedì.

Abbiamo intervistato in esclusiva Driss El Faria (25H Holding Srl) e Fabrizio Vallongo (Focus55 Srl) che affiancheranno Bobo in questa nuova attività con le loro rispettive realtà imprenditoriali.

Ci siamo fatti raccontare da dove nasce l’idea e tanto altro. “Il progetto – inizia Drissè stato costruito insieme a Christian Vieri, che ha dimostrato visione nel prenderne parte in maniera significativa e attiva. Durante il periodo del lockdown Bobo è stato molto bravo a comunicare tramite i Social intrattenendo i propri fans. Lui è uno dei primi calciatori-influencer a monetizzare fuori dal campo la sua immagine e visione imprenditoriale, affiancandosi a professionisti e consulenti del settore come noi. Dal canto nostro siamo orgogliosi e stimolati di poterlo affiancare in un progetto che abbiamo parallelamente sviluppato e raffinato durante gli ultimi mesi”.

Dall’idea al prodotto, che si sostanzia in una filiera produttiva organizzata e strutturata. “Il processo di produzione è seguito direttamente da noi a 360° e abbiamo instaurato una partnership con uno dei migliori birrifici italiani per qualità e filiera, essendo noi un marchio e non un diretto produttore della birra” – continua Fabrizio. Dall’idea al prodotto, fino ad arrivare al concept. “Abbiamo cercato di creare un prodotto che potesse essere alla portata di tutti sia sotto il punto di vista del costo che del gusto. Una volta definite queste fasi – aggiunge Drissabbiamo sviluppato il concept ideale per sviluppare un brand forte grazie anche a strategie di marketing che nel settore del beverage non sono ad oggi molto sfruttare”.

Esperienza e practice già testate grazie al loro primo prodotto, Aviva Wines, che ha permesso ai due imprenditori di ottenere importantissimi risultati in termini di vendite e posizionamento online sui più importanti marketplace. “Grazie al nostro primo prodotto, Aviva Wines, siamo riusciti a costruire una best practice spendibile anche in questo nuovo progetto – ci racconta ancora DrissL’obiettivo nostro, e della nostra attività, è enfatizzare tutti i processi di marketing che la piccola media impresa e anche cantine prestigione non utilizzano, essendo ancora legati ad un modo di fare business degli anni ’80”.

Si parla poi della Bombeer e del suo legame con l’ex attaccante della Nazionale. Fabrizio ci racconta che “il prodotto è legato a Bobo Vieri, legandosi alla figura del Bomber direttamente collegata alla sua immagine. Lui è sicuramene un imprenditore con visione e per questo è un progetto che vuole cambiare le regole del mercato di riferimento. Partendo dall’Italia ma con mire internazionali grazie anche alla valorizzazione di un brand Made in Italy, cercando di comunicare un lusso accessibile. Avere un qualcosa che è paragonabile a tanti altri prodotti ma che si distingue per stile e brand. La nostra struttura – continua Fabrizioci permette inoltre di integrare perfettamente canali B2B e B2C, capaci di coesistere per creare un ulteriore vantaggio competitivo. Crediamo molto, inoltre, nell’utilizzo di un’e-commerce verticale che ci ha permesso di valorizzare il nostro marchio e spingere notevolmente le vendite. La volontà è costruire un’esperienza emozionale sul nostro sito, sia in Italia che all’estero, e cercare di dare un approccio in grado di spingere alla creazione di private label puntando su personaggi famosi dello sport o di altri settori”.

2 COMMENTI