Juventus Sarri risoluzione
Maurizio Sarri (Foto: Kenta Jönsson / BILDBYRAN / Insidefoto / Cop 210)

“Se mi fate questa domanda, state dando dei dilettanti a un gruppo di dirigenti di primo livello”. Il tecnico della Juventus, Maurizio Sarri, risponde così ai giornalisti che gli chiedono se dalla partita col Lione di domani sera passi il suo futuro in bianconero.

“Penso di avere a che fare con dirigenti di grande livello, non sono dilettanti – aggiunge Sarri -: hanno già fatto le loro valutazioni, indipendentemente dal risultato di domani avranno deciso se ci sarà un cambiamento o un proseguimento. Non credo che i dirigenti ragionino come tifosi seguendo solo l’onda emotiva”.

“Stupito dal pessimismo attorno alla Juve? Sono agnostico piuttosto, nel senso che non guardo né leggo niente. Siamo contenti di aver vinto il campionato più difficile della serie A, c’èuna certa attitudine all’abitudine alla vittoria ma la vittoria è un evento straordinario che non può essere trattato come un evento ordinario”.

“Occorre una grande prestazione: il Lione è una squadra che si è evoluta a livello di solidità difensiva, hanno giocatore tecnici e rapidi per le ripartenze. Sarà una partita difficile e partiremo con un risultato difficile, dobbiamo metterci grande lucidità, tanta calma e molta pazienza”, le parole verso la sfida di domani.

“Non sappiamo ancora di Dybala, è nelle mani dello staff medico: ieri ha fatto qualcosa in campo. Fino a domani mattina vedremo l’evoluzione di ciò che potrà fare, poi valuteremo il livello di disponibilità. Ne parleremo con lui e con i dottori”