San Siro (Photo by Dan Istitene/Getty Images)

Non solo il valore dei brand calcistici. Nel suo report 2020, Brand Finance ha stilato anche una classifica dei migliori stadi di calcio al mondo sulla base del Venue Performance Rating di Buro Happold.

Il sistema VPR consente a tifosi, giocatori e proprietari di capire come si colloca il proprio stadio tra quelli rivali. Offre la possibilità di valutare le prestazioni degli stadi esistenti, e di stabilire veramente le loro performance in relazione a ricavi, risultati e reputazione.

Tre in particolare sono gli indici considerati:

  • Experience Rating: definisce l’influenza dell’esperienza stadio sul tifoso durante una partita;
  • Revenue Rating: indica il potenziale dello stadio nel generare ricavi (match-day, commercial e broadcasting);
  • Impact Rating: indica la potenziale influenza dell’impianto su quello che accade sul terreno di gioco (come lo stadio può facilitare il cosiddetto effetto del 12° uomo in campo)

Considerati tutti questi valori, il nuovo stadio del Tottenham risulta essere il primo in classifica, con un totale di 90 punti. Molto alto il dato legato ai ricavi (90) e quello relativo all’esperienza (88). Al secondo posto si trova il Mercedes-Benz Stadium di Atlanta (valore pari a 86), mentre il podio è chiuso il Principality Stadium di Cardiff (83).

Presenti in top 10 stadi storici come il Camp Nou e il Bernabeu, ma anche Wembley e il Wanda Metropolitano. Tra gli stadi italiani il primo è l’Allianz della Juventus – al 25° posto –, con un punteggio di 62 (51 di ezperience, 69 di revenue e 56 di impact).

Segue al 29° posto lo stadio Giuseppe Meazza, casa di Milan e Inter. L’impianto di San Siro ha un valore di 60, con un basso punteggio experience (45), revenue pari a 64 e impact a quota 63. In classifica anche il San Paolo di Napoli (50) e l’Olimpico di Roma (47).

San Siro e l’Olimpico sono tra gli stadi che Brand Finance indica come quelli che hanno maggiore bisogno di ristrutturazioni. In particolare, l’impianto che ospita Roma e Lazio ha visto calare il proprio indice del 14,1%, mentre quello di Milan e Inter è sceso del 13,3%.

1 COMMENTO