(Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Scadenza il 12 agosto, ma con rassicurazioni. Come riporta la Gazzetta dello Sport, il patron della Roma James Pallotta ha assicurato che fornirà le adeguate garanzie alla Covisoc per l’iscrizione del club giallorosso al prossimo campionato.

Un tema in realtà mai in discussione, ma il peggioramento dei conti tra l’assenza dalla Champions League e le conseguenze della pandemia hanno portato ad un nuovo intervento di Pallotta per garantire la continuità aziendale.

Il patron giallorosso concluderà l’aumento di capitale entro fine dicembre: ha già versato 90 milioni e ne dovrà versare altri 40, con una nuova tranche che sarà pagata a settembre. Il tutto in attesa di novità sul fronte Dan Friekdin: nelle prossime settimane, spiega la Gazzetta, è attesa la risposta dello stesso Pallotta all’ultima del magnate texano da 490 milioni pagabili in un’unica soluzione, a cui seguirà una iniezione di liquidità nel club pari a 85 milioni.

Ma non è l’unico tavolo su cui si muove Pallotta, tra la cordata sudamericana e quella che invece porta nei Paesi Arabi. Da Trigoria, però, fanno sapere che ancora nessun documento è stato chiesto per completare una ricognizione sui bilanci delle 12 società che compongono la galassia As Roma: un segnale che comunque, anche se ci fossero nuovi investitori interessati, servirà ulteriore tempo.