Mentre l’ondata di caldo estivo continua, il difensore della AS Roma Chris Smalling e i suoi amati cani, Ruben e Miley, appaiono in un video di PETA che avverte dei pericoli nel lasciare cani in auto parcheggiate.

Nel video Smalling spiega che in una giornata di 24 gradi la temperatura all’interno dell’auto può raggiungere i 40 gradi in appena 20 minuti. Poiché i cani non sudano e possono rinfrescarsi solo ansimando, possono soffrire di colpi di calore e subire danni cerebrali nel giro di pochi minuti. Come dice Smalling, “Nel tempo necessario per fare un salto al supermercato per comprare del pane, il vostro migliore amico potrebbe cuocere a morte.”

Smalling prosegue esortando chiunque veda un cane o un bambino in un’auto calda a cercare il proprietario del veicolo, a informare le autorità se non si riesce a trovare la persona responsabile in fretta e a restare sulla scena fino all’arrivo di aiuti. Se il cane liberato mostra sintomi di colpi di calore, come irrequietezza, ansimare pesante, vomito, letargia o mancanza di coordinazione, occorre spostare subito l’animale all’ombra. Bisogna stabilizzare la temperatura del cane fornendo acqua e mettendo un asciugamano freddo sulla testa e sul petto, o immergendo il torso e le zampe in acqua tiepida (non ghiacciata). Poi bisogna portare l’animale da un veterinario.

“Sii il più grande difensore dei tuoi cani”, conclude Smalling. “Non lasciarli mai in un’auto parcheggiata, neanche per un minuto. Tienili al fresco. Sarai felice di averlo fatto.”

Smalling fa parte di una lista crescente di atleti, inclusi David Haye, Danny Cipriani, Mirco Bergamasco, Tim Howard e Darren Randolph, che hanno collaborato con PETA (il cui motto in parte recita “gli animali non sono nostri da abusare in nessun modo”) per promuovere la gentilezza verso gli animali.

Per maggior informazioni, per favore visitate PETA.org.uk.