Champions League logo (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Movistar+ non lascia neanche le briciole alla concorrenza. Come riporta Palco 23, la compagnia continuerà a trasmettere le competizioni UEFA per club anche nel ciclo 2021-2024. La piattaforma pay di Telefónica ha ottenuto i diritti esclusivi per Champions League, Europa League, Youth Lague e per la nuova Europa Conference League, che inizierà nel settembre 2021.

In totale, la società verserà 975 milioni di euro alla Federcalcio europea, cioè 325 milioni di euro a stagione. Si tratta di un accordo meno ricco rispetto a quello firmato per il ciclo attuale, dopo che Movistar+ ha acquisito la Champions League e l’Europa League da Mediapro per 360 milioni all’anno.

La firma di questo accordo garantisce a Movistar tutti i diritti di trasmissione delle principali competizioni europee per club in favore di tutti i suoi clienti, sia per quanto riguarda i privati, sia per quanto riguarda ristoranti e locali pubblici in Spagna e Andorra.

Emilio Gayo, presidente di Telefónica, ha dichiarato che «questo accordo è una chiara dimostrazione che Telefónica sostiene lo sport nella sua massima espressione e anche che è una risorsa che guida il business e offre redditività».

Guy-Laurent Epstein, direttore marketing UEFA, ha assicurato che «la UEFA è lieta di rinnovare questo accordo di distribuzione per la Champions League, l’Europa League e la Youth League e per la nuova Europa Conference League in Spagna con Telefónica».