Come vedere DAZN su TIMVISION
Come vedere DAZN su TIMVISION

Non solo la televisione tradizionale. Con i mesi del lockdown gli italiani si sono scoperti grandi fruitori dello streaming. Dai contenuti on demand a quelli in diretta, sono oltre 1,3 miliardi i contenuti riprodotti tramite tablet, smartphone, pc e smart tv.

Sono questi – scrive il Corriere della Sera – i principali risultati di una ricerca condotta su un anno di Auditel digitale. Giusto un anno fa, il 25 giugno 2019, nasceva in Italia la Total Audience: uno strumento che si affianca alla consueta rilevazione degli ascolti per tracciare i consumi di tv che non passano dal teleschermo.

Da un anno i consumi vengono dunque quantificati e mappati da Auditel, che fornisce un quadro sempre più rilevante per gli investitori pubblicitari e il mercato, visti i volumi che non possono più essere ignorati. E dopo dodici mesi di rilevazioni quotidiane, ci sono diverse sorprese.

Gli streaming sono cresciuti esponenzialmente già a settembre 2019, passando dai 500 milioni al mese dell’estate, agli 800 milioni al mese (oltre 26 milioni di ore). Causa lockdown, a marzo sono stati registrati il picco (oltre 75 milioni di ore) e il peso crescente delle smart tv connesse (che valgono già per il 6% dei consumi totali, dato in forte crescita).

Ci si attende ora un ulteriore passo avanti, e il raggiungimento della quota di 2 miliardi di streaming al mese. Ogni editore sembra inoltre specializzarsi quasi naturalmente su un genere di contenuto e una tipologia di spettatore diverso.

A marzo la Rai raggiunge il 37% della share delle ore fruite on line (TTS-D) soprattutto grazie alla sua fiction. Mediaset – 33% della share del tempo totale a marzo – è regina dell’intrattenimento. Sky (penalizzato nel periodo dell’emergenza dallo stop al calcio e allo sport) e La7 (23% e 5% del tempo speso a marzo) vincono rispettivamente con le news e l’ approfondimento di qualità. De Agostini e Discovery presidiano nicchie pregiate di spettatori molto targettizzati.