Neymar causa Barcellona
(Photo by SASCHA SCHURMANN/AFP via Getty Images)

La giustizia ha dato ragione al Barcellona nella battaglia legale con il brasiliano Neymar, ex calciatore blaugrana tra il 2013 e il 2017. Come riporta Palco 23, il tribunale si è pronunciato a favore del club catalano nelle cause con il giocatore sulla richiesta di risarcimento del bonus alla firma legato all’ultimo rinnovo.

Il giocatore chiedeva il pagamento di 43,6 milioni di euro per un bonus alla firma legato al suo ultimo rinnovo di contratto, un importo che il Barcellona non dovrà pagare a Neymar. Anzi, sarà il calciatore a dover restituire al Barcellona la cifra di 6,7 ​​milioni di euro, dopo che la sentenza ha respinto interamente il ricorso di Neymar.

Il contenzioso risale a una doppia causa legata al primo rinnovo concordato con il club nel 2016, appena un anno prima che il giocatore si trasferisse al Paris Saint-Germain. Questo ricorso doveva risolvere una questione relativa alla liquidazione economica di quel premio vista la distanza tra ciò che il giocatore chiedeva e quello che il club ha corrisposto.

Il giocatore può ricorrere in appello, ma il club ha dichiarato che «continuerà a difendere fermamente i suoi legittimi interessi» dopo aver appreso con «soddisfazione della sentenza pronunciata».