(foto Insidefoto.com)

Continua a far discutere l’ipotesi di trasmettere la Serie A in chiaro. Ne ha parlato anche l’ad di Sky Italia Maximo Ibarra, nel corso della conferenza stampa di presentazione del nuovo servizio Sky Wifi.

“Come risaputo, noi abbiamo dato la nostra massima disponibilità, lo leggete ogni giorno sui quotidiani. Abbiamo avuto un incontro con il ministro dello Sport Spadafora, abbiamo parlato di questo. Abbiamo dato disponibilità di questo e di altre cose che possiamo fare per mitigare questa mancanza di calcio direttamente negli stadi”, le parole del ceo di Sky. 

“C’è un piccolo dettaglio: noi non siamo titolari dei diritti tv in chiaro quindi deve arrivarci richiesta della Lega Serie A per trasmettere in chiaro. È Lega che deve chiederci nostra disponibilità a trasmettere in chiaro. A fronte di questa richiesta, noi siamo pronti a collaborare”, ha concluso Ibarra. 

“Siamo a buon punto nel trovare un accordo per venire incontro a tutti. È una questione complessa ma ci stiamo riuscendo” ha spiegato ieri il ministro Spadafora durante una diretta Facebook.

Il ministro dello Sport ha inoltre aggiunto alcuni dettagli a proposito della situazione attuale: «Non è facile, Sky detiene i diritti, le partite in chiaro non sono mai state assegnate a nessuno, poi ci sono la Rai, Mediaset e DAZN. Insomma, è una partita complessa ma ci stiamo riuscendo».