Carpi Novara in streaming

Il consiglio federale della FIGC ha deliberato in merito ai criteri per le retrocessioni dal campionato di Serie C 2019-2020 al campionato di Serie D 2020-2021

Le retrocessioni, ha fatto sapere la Federcalcio, saranno determinate nel seguente modo:

  • le squadre classificate all’ultimo posto di ciascun girone sono retrocesse direttamente al Campionato di Serie D. In base a quanto determinato retrocedono direttamente in Serie D Gozzano, Rimini e Rieti;
  • le ulteriori sei retrocessioni al Campionato di Serie D sono determinate a seguito della disputa dei playout tra le squadre classificate al penultimo, al terzultimo, al quartultimo e al quintultimo posto di ogni girone.

Retrocessioni in Serie D, che cosa succede in caso di stop

Nel caso in cui, a causa di provvedimenti relativi alla emergenza epidemiologica da COVID–19, non fosse possibile concludere il campionato di Serie C con la disputa dei playout, saranno retrocesse in Serie D le squadre classificate all’ultimo, penultimo e terzultimo posto di ogni girone.

Retrocessioni in Serie D, che cosa succede in caso di sospensione dei playout

Nel caso in cui lo svolgimento dei playout dovesse invece essere sospeso e, pertanto, non fosse possibile concludere gli stessi entro il 20 agosto 2020, saranno retrocesse in Serie D le squadre classificate all’ultimo, penultimo e terzultimo posto di ogni girone secondo la classifica, fatti salvi gli eventuali esiti definitivi determinati dai playout già disputati.

Alle società della Lega Pro che, pur avendone titolo, decideranno di non prendere parte ai playout dandone comunicazione nei termini previsti dal Regolamento, verrà inflitta esclusivamente la sanzione della perdita della gara non disputata.