Serie A diretta streaming
(Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

Sono attesi per la giornata di oggi il calendario di anticipi e posticipi della Serie A e – magari – il via libera del governo per la modifica delle date della Coppa Italia, in modo che la manifestazione possa già riprendere nel weekend del 13-14 giugno (finale in programma il 17).

La Serie A che ripartirà il 20 giugno dovrà contenere 124 partite in 43 giorni, comprensivi di 6 sabati e 7 domeniche, per riuscire a chiudere il 2 agosto. Oggi, spiega La Gazzetta dello Sport, dovrebbe essere ufficializzato il calendario del campionato, con anticipi e posticipi fino alla quart’ultima giornata compresa.

Le ultime tre sono infatti soggette alla contemporaneità per le squadre in lotta per gli stessi obiettivi: dovranno essere articolate più avanti. Sarà Torino-Parma alle 19.30 di sabato 20 a segnare la ripartenza, seguirà Verona-Cagliari alle 21.45.

Domenica 21 il quadro dei recuperi del venticinquesimo turno si completerà con Atalanta-Sassuolo alle 19.30 e Inter-Sampdoria a chiudere alle 21.45. Juventus-Lazio, big match scudetto della trentaquattresima giornata, sarà probabilmente il posticipo di lunedì 20 luglio.

Altre indiscrezioni riguardano Bologna-Juventus il 22 giugno alle 21.45; Inter-Sassuolo il 24 giugno alle 19.30; Atalanta-Lazio il 24 giugno alle 21.45; Milan-Roma il 28 giugno alle 17.15; Lazio-Milan il 4 luglio alle 21.45; Milan-Juve il 7 luglio alle 21.45; Juve-Atalanta l’11 luglio alle 21.45; Napoli-Milan il 12 luglio alle 21.45; Roma-Inter il 19 luglio alle 21.45.

In generale verranno sfruttati alcuni lunedì e alcuni venerdì, si giocherà sempre nel week-end e in cinque infrasettimanali con la distribuzione delle partite tra martedì, mercoledì e giovedì. L’ottava di ritorno con il primo turno completo, inizierà già da lunedì 22 giugno.

In giornata si conosceranno con certezza gli orari delle gare, anche se i tre slot sono stati ormai individuati. Calci d’inizio alle 17.15, alle 19.30 e alle 21.45. Oltre la metà delle gare sarà in notturna, un’altra parte consistente verrà disputata nella finestra delle 19.30. Solo alcune gare, circa 10 delle 124 totali, si giocheranno nel pomeriggio: ma mai nel fine settimana e mai a Napoli e Lecce. A nessuna squadra, inoltre, verrà chiesto di giocare più di una o due partite in diurna.