quanto guadagna ausilio inter
Piero Ausilio, ds dell'Inter (Foto Antonello Sammarco / Image sport / Insidefoto)

Lautaro Martinez è a un bivio della sua carriera. Il suo futuro è diviso tra Milano, sponda nerazzura, e Barcellona. Una cosa è chiara, l’Inter non ha intenzione di privarsi del suo attaccante, resta però la clausola da 111 milioni che permetterebbe ai blaugrana di acquistare il classe 97.

A ribadirlo è Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, in un’intervista a Sky: «Noi puntiamo su Lautaro, è un asset importante per il club. E poi non dimentichiamoci che ha ancora tre anni di contratto con noi. L’Inter non cede i suoi giocatori migliori, ma li tiene ed eventualmente poi si rinforza sul mercato: questo vale anche per Lautaro».

«C’è solo una strada che può portare Martinez lontano dall’Inter, ed è quella del pagamento di una clausola. Una clausola impegnativa, di cui tutti conoscono l’esistenza, perché ha delle scadenze e degli impegni che devono essere mantenuti ben precisi. Intanto, è una clausola che scade i primi giorni di luglio, quindi non è che durerà per tantissimo tempo. Ed è l’unica possibilità che esiste per vedere oggi Lautaro lontano dall’Inter», ha aggiunto.

«Molte società ci hanno contattato e fra queste quella più decisa, con cui abbiamo un rapporto amichevole e cordiale, è il Barcellona. Non lo nascondo. E so che il Barcellona conosce perfettamente quelle che sono le nostre intenzioni. L’Inter non ha intenzione di vendere Lautaro Martinez», ha concluso Ausilio.