ripresa Premier League porte chiuse
Esultanza dei giocatori del LIverpool (Foto Imago/Insidefo)

Il Liverpool solleverà il trofeo della Premier League indossando le divise marchiate New Balance.

Scongiurata l’ipotesi di una chiusura anticipata, i Reds sono ormai ad un passo dal titolo. Ma le difficoltà non mancano e in questi giorni il club si è trovato a dover cercare anche una soluzione che riguardava lo sponsor tecnico.

Il contratto con New Balance, infatti, sarebbe dovuto terminare il 31 maggio (alla fine della stagione agonistica), ma la lunga sospensione a causa del Covid-19 ha “allungato” i tempi, mettendo in imbarazzo la società inglese che ha già sottoscritto una nuova partnership con Nike per la prossima stagione. Il rapporto con la casa del “baffo” sarebbe dovuto partire il 1 giugno.

Dopo una lunga serie di negoziazioni, iniziate a marzo, le tre parti sono finalmente giunte ad un accordo. Il Liverpool, d’altronde, aveva sempre dichiarato ufficialmente che avrebbe voluto concludere il torneo con le casacche New Balance per una questione etica.

Nike, quindi, ha deciso di accettare lo slittamento del nuovo rapporto di sponsorizzazione e fornitura (con il quale conta di incassare circa 30 milioni di sterline a stagione), facendolo decorrere dalla data d’inizio del torneo 2020/2021.

Nike – scrive il Daily Mail – otterrà dal Liverpool un’ingente compensazione economica per il disagio. Con la prossima Premier League che non dovrebbe partire prima di settembre, l’azienda governata dal Ceo John Joseph Donahoe II rischia di perdere più di 7.5 milioni di sterline.