“Il parere della Soprintendenza sul Giuseppe Meazza è molto chiaro: non c’è un vincolo. Il percorso di confronto con le squadre resta sempre complesso e vedremo se ci saranno le condizioni per un accordo”. Così l’assessore all’Urbanistica del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran, ha parlato sulla sua pagina Facebook del percorso di confronto con Inter e Milan sul progetto di realizzazione del nuovo stadio.

“Noi avremmo preferito una ristrutturazione mentre invece loro sono per un nuovo stadio, lì o altrove. Mi sembra indubbiamente positivo che anche in periodo di crisi vogliano proseguire con gli investimenti ed è molto interessante l’idea di rifunzionalizzare il Meazza – ha aggiunto – perché diventi un parco per lo sport di base come si sta ragionando di fare, salvaguardando parte della struttura del primo e secondo anello.
Restano poi sicuramente aperti ancora tanti punti, a cominciare dai diritti edificatori connessi al nuovo Stadio”.

Il parere della soprintendenza “indica che si può decidere liberamente e ci si deve ovviamente assumere le responsabilità delle scelte – ha concluso -. Quando se ne è discusso in Consiglio comunale in autunno infatti c’era il dubbio che ogni ragionamento potesse essere bloccato da vincoli”.