Champions League logo (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Altice – società madre di RMC Sport – è pronta a fare pressione alla UEFA. Il tema è quello dei diritti di trasmissione delle coppe europee, per i quali Patrick Drahi (fondatore di Altice) è intenzionato a recuperare una parte della quota versata al massimo organismo calcistico europeo.

RMC Sport è titolare dei diritti di trasmissione di Champions ed Europa League fino al 2021, e Drahi ha dichiarato durante una teleconferenza con analisti finanziari di voler recuperare parte dei 350 milioni di euro investiti in stagione per le due competizioni.

Una somma, spiega L’Équipe, già interamente versata alla UEFA. «Abbiamo già pagato 175 milioni a luglio dell’anno scorso per la prima parte della stagione e a gennaio abbiamo pagato altri 175 milioni aggiuntivi per la seconda parte della stagione», ha confermato l’uomo d’affari.

«Il problema è questo: non vedo nessuna squadra giocare da metà marzo. Non pagheremo per qualcosa che non riceviamo. Per farla semplice, intendo recuperare denaro molto rapidamente», ha concluso Drahi a proposito di quanto versato.